Cosa sono le aste giudiziarie?

Le aste giudiziarie sono uno strumento per attuare la vendita forzata di un bene a causa dei debiti contratti dal proprietario

La legge prevede che, se un privato o una società non riescono a onorare i propri debiti, i loro beni possano essere oggetto di vendita forzata, permettendo così ai creditori di essere pagati.

Quanti tipi di aste esistono

Ci sono le seguenti tipologie di aste:

L’asta con incanto, è una vera e propria gara al rialzo del prezzo indicato dal giudice, tra i vari partecipanti.

Ad esempio: se il primo partecipante propone 135.000 euro e il rialzo minimo è di 5.000 euro, il secondo partecipante per superare l’offerta deve rilanciare, entro il tempo di 3 minuti cronometrati, almeno 140.000 euro, e così via.

Colui che offre la cifra più alta si aggiudica l’asta.

Ma attenzione l’aggiudicazione non è immediata in quanto entro dieci giorni dall’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto ad un prezzo superiore almeno di un quinto di quello raggiunto nell’incanto e con il versamento di una cauzione pari al doppio della precedente.

In tal caso si apre una nuova gara.

L’asta senza incanto avvengono formulando un’offerta d’acquisto in busta chiusa da portare presso la Cancellaria del tribunale indicando modalità e tempistiche di pagamento.

Durante l’udienza, alla presenza dei vari partecipanti, i giudice apre le buste.

Da lì, si possono verificare due ipotesi:

  • in caso di più offerte valide, ovvero superiori al prezzo base, il giudice può indire una nuova asta, questa volta con incanto;

  • nel caso invece di una sola offerta valida, questa è ritenuta vincente se è superiore di almeno 1/5 (un quinto) al prezzo base. Qualora fosse inferiore, spetterebbe al giudice – dopo essersi confrontato con il creditore procedente – stabilire se effettuare o meno una nuova asta con incanto.

Sono le favorite per maggiore velocità, sicurezza e trasparenza.

Le aste telematiche sincrona avvengo attraverso una piattaforma digitale, dove è necessario iscriversi e documenti e versamenti vengono eseguiti in via telematica.

E’ garantito l’anonimato.

E’ una vendita effettuata in tempo reale e conclusa generalmente in poche ore.

Le aste telematiche asincrone hanno lo stesso procedimento delle sincrone, ma il periodo specifico entro il quale il partecipante può effettuare il rilancio e monitorare l’andamento della vendita è differito nel tempo (generalmente qualche giorno).

Come e chi può partecipare alle aste giudiziarie.

Chiunque tranne il debitore.

Se una persona non può andare sono ammesse partecipazioni con procure speciale (tipo notarile).

I moduli per partecipare alla vendita sono disponibili presso la Cancelleria del Tribunale oppure possono essere scaricati direttamente dal sito di riferimento.

Se si vuole partecipare ad un’asta con incanto si dovrà predisporre una domanda scritta in busta chiusa contenente i seguenti dati:

  • Tribunale; Giudice dell’esecuzione; n. di procedura; data ed ora dell’asta.

  • Generalità del partecipante (nome e cognome del partecipante, data e luogo di nascita, stato civile, regime patrimoniale)

  • n. e descrizione del lotto per cui s’intende partecipare, reperibili nell’avviso di vendita;

  • L’importo offerto per l’acquisto dell’immobile scelto

Nella domanda è necessario allegare l’assegno circolare del deposito richiesto (di solito il 10%) e una marca da bollo da 16,00 euro.

Attenzione a non dimenticare nulla, pena nullità della domanda e impossibilità di partecipazine all’asta.

Dove si svolgono e come avviene il pagamento le aste

Si tengono presso l’ufficio aste giudiziarie dei tribunali e attraverso cui il giudice fallimentare responsabile dell’ufficio dispone la vendita forzata del bene.

Dal momento in cui ci si è aggiudicato l’asta bisogna versare il saldo.

I termini sono indicati nell’avviso di vendita ma di solito sono 60.

Il versamento avviene mediante assegno circolare dell’importo corrispondente al prezzo offerto.

Per il pagamento si può ricorrere a finanziamento dal parte di istituti di credito.

Dopo il pagamento viene rilasciato il decreto di trasferimento dal giudice.

Se invece non ci si aggiudica l’asta immediatamente viene restituito l’assegno circolare precedentemente versato, senza alcuna spesa.

Spese di acquisto all’asta

L’acquisto di un immobile nelle vendite giudiziarie è soggetto, come in tutte le compravendite immobiliari, alle imposte indirette (imposta sul valore aggiunto o imposta di registro, imposte ipotecarie e imposte catastali) che si applicano in maniera proporzionale sul prezzo di aggiudicazione dell’immobile con l’applicazione dei benefici per la prima casa se l’acquirente è nelle condizioni richieste dalla legge.

In definitiva è come comprare l’asta da un soggetto tradizionale solo che in questo caso si acquista l’immobile non tramite un notaio ma tramite un tribunale che assegna l’immobile al miglior offerente.

Impossibilità di partecipazione

Se l’offerente non partecipa all’incanto personalmente o a mezzo di un procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo (non si presenta o ritira l’offerta in asta prima che si apra la gara con il rilancio minimo obbligatorio), la cauzione verrà restituita solo nella misura dei 9/10 dell’intero; la restante parte (1/10) è trattenuta come somma sanzionatoria, quale deterrente contro eventuali “azioni di disturbo

Se l’immobile è occupato

Il giudice con il decreto di trasferimento, intima il debitore di liberare l’immobile venduto all’asta e, nel caso quest’ultimo non liberi l’unità immobiliare, il provvedimento funge da titolo esecutivo per lo sfratto.

Qualora vecchio proprietario non esca dall’appartamento volontariamente, si può avviare una procedura di esecuzione forzata attraverso le forze dell’ordine.

Attenzione quando l’immobile è locato regolarmente, per la liberazione si devono aspettare i termini previsti per legge in materia di locazioni.

Questa che ti ho spiegato è una panoramica molto generale delle aste giudiziarie.

Se hai la casa che sta andando all’asta o hai problemi a pagare le rate del mutuo rivolgiti a uno specialista come CANCELLA DEBITO. 

CANCELLA DEBITO è la soluzione definitiva per debiti immobiliari che ti consente, senza alcun costo, di azzerare definitivamente i tuoi debiti.

Compila il tuo questionario veloce per scoprire subito se possiamo aiutarti e ricevere quindi la nostra assistenza personalizzata gratuita.

Compila il questionario per aiutarci a capire come possiamo aiutarti