Cos’è un’ipoteca?

L’ipoteca sulla casa è un diritto di garanzia reale che, in questo caso, è stato costituito sulla tua casa, a garanzia del cosiddetto mutuo ipotecario, al fine di tutelare il creditore (la banca) contro il rischio che tu possa non pagare le rate del mutuo.

L’ipoteca si vede dalle visure immobiliari e segue l’immobile sin tanto che non intervenga la definitiva cancellazione del debito garantito, ossia il mutuo.

In poche parole: la banca, a meno che tu non paghi correttamente tutto il mutuo, grazie all’ipoteca può sempre toglierti la casa facendola mettere in vendita all’asta dal Tribunale per cercare di pagare il tuo debito.

Quanto dura l’ipoteca su un immobile?

Nel bene o nel male l’ipoteca dura sino all’integrale pagamento del mutuo o sino alla vendita all’asta della casa.

Perché diciamo nel bene o nel male?

Perché da una parte l’ipoteca iscritta sulla tua casa da una parte ti permette di comperare casa anche se non hai la necessaria liquidità, mentre dall’altra, se non paghi le rate, consente alla banca di portartela via.

Tra l’altro se non paghi le rate del mutuo la Banca ti segnalerà immediatamente come cattivo pagatore presso gli istituti di controllo (CRIF, Banca D’Italia ecc.), cosa che per anni ti impedirà di chiedere altri prestiti in banca o anche solo di avere assegni o carte di credito.

Ti starai chiedendo, se sei in difficoltà coi pagamenti del mutuo se la tua casa sia vendibile anche se gravata da un’ipoteca.

Legalmente sì, a patto che l’acquirente ne sia messo a conoscenza.

In realtà, però, nessun acquirente acquista una casa ipotecata, semplicemente per il fatto che tale fardello verrebbe trasferito a lui per cui dovrà farsi carico lui della chiusura del debito.

L’unico modo sicuro e veloce per vendere la casa è liberarla dalle ipoteche cancellando ogni debito con la banca.

Quante tipologie di ipoteca esistono?

Esistono tre diverse forme di ipoteca sulla casa:

  • Ipoteca volontaria: può essere concessa dal debitore o da un terzo a garanzia del debito. L’esempio tipico sono i mutui bancari per l’acquisto della casa. Sono le parti che di comune accordo la istituiscono tramite una scrittura avanti a notaio.
  • Ipoteca legale: può essere iscritta, anche contro la volontà del debitore ed è la forma di ipoteca più rara. È prevista nel caso in cui il pagamento dell’immobile a beneficio del venditore risulta incompleto o rimane in sospeso e non si riesce a raggiunge un’intesa tra le parti in causa. Essa può essere sottoscritta spontaneamente dal Conservatore di Registri Immobiliari.
  • Ipoteca giudiziale: è stabilita in seguito ad un provvedimento giudiziale di condanna, ad esempio una sentenza o un decreto ingiuntivo, che obbliga una delle parti in causa al pagamento di una somma di denaro. Il creditore, in questo caso, può iscrivere l’ipoteca senza il consenso del debitore su uno o più immobili di proprietà di quest’ultimo.

Sapere che tipo di ipoteca è presente sulla tua casa è abbastanza semplice: puoi andare da un qualsiasi notaio e chiedergli di verificare se la tua casa sia ipotecata mediante una visura ipocatastale.

Quando si estingue un’ipoteca e quando si cancella

Per essere tecnicamente precisi dobbiamo dire che la legge prevede diverse modalità di cancellazione dell’ipoteca (es. la scadenza del termine ventennale;  la rinuncia o il mancato rinnovo da parte del creditore; l’espropriazione del bene ipotecato; la distruzione del bene ipotecato, vendita dell’immobile all’asta, ecc.) ma sono ipotesi tutt’altro che comuni e spesso in concreto non applicabili ai mutui ipotecari.

In ogni caso, comunque, deve essere chiara una cosa: l’estinzione dell’ipoteca non comporta automaticamente l’estinzione del tuo debito con la Banca, la quale potrà continuerà ad esigere il pagamento tramite i propri avvocati o le agenzie di recupero credito.

Soprattutto nell’ipotesi più comune di estinzione, ossia la vendita all’asta della casa, salvo casi eccezionali rimane sempre in vita una fetta consistente del debito, e questo perché:

  • gli immobili all’asta vengono quasi sempre venduti ad un prezzo di molto inferiore a quello di mercato;
  • il credito della banca comprende anche tutti gli interessi che avresti dovuto pagare maturati sino alla fine del mutuo;
  • ci sono inoltre ingenti spese per l’esecuzione, in primis le spese legali degli avvocati della banca.

Te lo ripeto: l’unico modo per arrivare alla cancellazione dell’ipoteca senza restare esposti a spiacevoli sorprese è quello di estinguere completamente il debito con la banca.

Ed è quello che facciamo noi di Cancella Debito, liberandoti definitivamente da ogni peso.

Grazie al meccanismo del saldo e stralcio ci accordiamo con la banca per estinguere il tuo debito, liberandoti non solo dall’ipoteca, ma anche da ogni ulteriore richiesta della banca collegata al contratto di mutuo, alle spese legali e giudiziali, ecc.

Per arrivare all’accordo metteremo sul piatto o dei soldi – se vuoi tenere la casa libera da ipoteca e ogni altro peso – oppure, se non hai la liquidità necessaria, i proventi della vendita della casa.

In entrambi i casi potrai quindi ripartire da zero senza la zavorra di debiti e senza che le agenzie di recupero crediti che ti chiamano o scrivano continuamente.

Come avviene il pignoramento?

Dopo solo 7 rate non pagate la banca può chiedere il rientro immediato o la risoluzione del contratto, chiedendoti di pagare in unica soluzione tutto quello che avresti dovuto pagare sino alla scadenza del contratto di mutuo, interessi compresi.

Nonostante tu possa aver pagato per anni il mutuo, quindi, l’importo richiesto è spesso superiore a quello che ti è stato prestato: le banche però sono furbe per cui, se leggi il contratto mutuo fatto dal notaio, scoprirai che la tua ipoteca ha un valore solitamente 2 volte il valore del tuo appartamento.

Così facendo le banche si assicurano che non ci siano limitazioni per recuperare i loro soldi anche perché, come ho detto anche in altri articoli del blog, per far andare all’asta la tua casa ci sono molte spese da pagare.

Per cui la banca si assicura di poter prendere quanto più possibile dalla vendita della tua casa maggiorando l’ipoteca.

In questo modo se anche la casa fosse venduta a un prezzo buono loro si prendono tutto il ricavato.

Ad ogni modo, una volta che ti è stato richiesto il pagamento di tutto il debito residuo, se non provvedi spontaneamente al pagamento entro breve tempo la Banca darà il via alla procedura esecutiva, convertendo l’ipoteca in pignoramento e mandando così la casa all’asta.

Una volta partita la procedura i costi legali aumentano presto a dismisura, quindi è importante agire il prima possibile, così da poter trovare un accordo che sia il più conveniente possibile.

Come vedere se è stato cancellati il debito e/o l’ipoteca del mutuo casa?

Una volta che noi di Cancella Debito estinguiamo il tuo debito ti consegneremo tutta la documentazione ricevuta dalla Banca e anche quella del Tribunale attestante la definitiva cancellazione del debito, dell’ipoteca e delle eventuali aste.

Ma potrai verificare anche tu stesso se sei diventato una persona libera richiedendo le relative visure all’Agenzia delle Entrate, al Tribunale e alla Centrale Rischi della Banca d’Italia.

Così avrei conferma tangibile che il nostro lavoro lo sappiamo fare.

Per cui, se hai la casa che sta andando all’asta o hai problemi a pagare le rate del mutuo rivolgiti a uno specialista come CANCELLA DEBITO.

CANCELLA DEBITO è la soluzione definitiva per debiti immobiliari che ti consente, senza alcun costo, di azzerare definitivamente i tuoi debiti.

Compila il tuo questionario veloce per scoprire subito se possiamo aiutarti e ricevere quindi la nostra assistenza personalizzata gratuita.

Compila il questionario per aiutarci a capire come possiamo aiutarti